home    chi siamo     servizi       contatti

 

FUNGHI Muffe o Micofiti Scopulariopsis


CLASSIFICAZIONE TASSONOMICA
Regno: Funghi 
Phylum: Ascomycota 
Classe: Euascomycetes 
Ordine: Microascales 
Famiglia: MicroascaceaeGenere: Scopulariopsis 



DESCRIZIONE E HABITAT NATURALE
Scopulariopsis è un fungo filamentoso largamente distribuito nel suolo, materiale vegetale, piume e insetti. Molte specie hanno telemorfi classificati nel genere Microascus. Scopulariopsis è comunemente considerato un contaminante, può causare infezioni nell’uomo, in particolare in pazienti immunodepressi. E’ un fungo cheratinolitico, altamente resistente a benomyl. Il genere Scopulariopsis comprende molte specie. La più comune è Scopulariopsis brevicaulis. Tra le altre specie ci sono Scopulariopsis asperula, Scopulariopsis fusca e Scopulariopsis koningii. È tra i funghi che causano onicomicosi. 

Sono state riportate lesioni della pelle, micetomi, sinusiti invasive, cheratiti, endoftalmiti, infezioni polmonari, endocarditi. Queste infezioni sono altamente mortali. Una delle particolari caratteristiche di Scopulariopsis brevicaulis è la sua associazione con morti umane attraverso la produzione di gas arsina da pitture a base di arsenato su carte da parati. L’arsenico è un costitutente minore del suolo. La volatilizzazione e metilazione dell’acido dimetilarsinico e la metilazione di arsenato e arsenite si verificano naturalmente nel suolo. Queste reazioni biochimiche terminano con la produzione di trimetilarsina e dimetilarsina. L’arsina è la forma più tossica dell’arsenico. A concentrazioni di circa 0.5 ppm, ha un odore simile all’aglio. Comunque, è tossico a concentrazioni anche più basse. La storia comincia quando pitture a base di arsenico furono formulate per carte da parati. Il più famoso fu Schweinfurter verde, uno delle tante pitture rame-arsenico verdi che erano fabbricate e incorporati in carte da parati nel 1810. Seguì il largo uso di questi in Germania, Francia, e altri paesi; due cose richiesero attenzione: un odore di aglio in alcune stanze con queste carte da parati e la morte delle persone che dormivano in tali stanze. Queste persone morivano in seguito a necrosi tubulare e renale. Nel 1897, il chimico italiano B. Gosio mostrò che le morti erano dovute alla produzione di un gas che non poteva essere identificato. Questo gas fu poi chiamato Gosio gas. Questo gas era prodotto da Penicillium brevicaulum, la muffa-fungo oggi conosciuta come Scopulariopsis brevicaulis. La storia fu poi chiarita da Frederick Challenger nel 1945 quando identificò il gas come trimetilarsine. Oggigiorno è possibile sapere il meccanismo di produzione di questo gas. Scopulariopsis brevicaulis consuma l’amido che si trova nella colla delle carte da parati. Nel frattempo, il fungo trasforma l’arsenato che si trova nella carta a ossido di trimetilarsine. Infine, l’ossido è ridotto a trimetilarsine e il gas, che causa infezioni e morti umane, viene rilasciato. Sebbene il fenomeno era cominciato solo con Scopulariopsis brevicaulis, altre muffe presenti nell’ambiente possono essere teoricamente capaci di liberare composti volatili a base di arsenico usando lo stesso meccanismo. 



CARATTERISTICHE MACROSCOPICHE
Le colonie di Scopulariopsis crescono abbastanza rapidamente e maturano entro 5 giorni. Sono di consistenza granulare o friabile. Il colore è bianco inizialmente e poi diventa marrone chiaro nel tempo. Il lato opposto è solitamente marrone-rossiccio con il centro marroncino. Alcune colonie possono formare colonie nere. 



CARATTERISTICHE MICROSCOPICHE
Presenta ife settate, conidiofori, annelidi e conidi. Occasionalmente si trovano clamidospore. I conidiofori sono come le ife e si presentano semplici o ramificati. Gli annelidi sono isolati, a grappoli, o formano un pennellino; hanno forma cilindrica. I conidi sono uniseriati, da globosi a piriformi, lisci, ma più comunemente a parete rugosa e formano catene verso la base. Viene paragonato a diversi generi quali Acremonium, Paecilomyces, Penicillium e Scedosporium. 
Differisce da Penicillium per la presenza degli annelidi. Scedosporium inflatum differisce da Scopulariopsis per la formazione di anelloconidi agli apici degli annelidi.






----------------------------

Aspergillus, Aspergillus niger , Aspergillus versicolor, Aspergillus fumigatus, cladosporium, cladosporium sphaerospermum, cladospories cladosporiodes, cladosporium herbarum, chaetomium, chaetomium globsum, candida, fusarium, geotricum, mucor , aerobasidium pullulans, alternaria, scopulariopsis, glicocladium, acremonium, beauveria, memnoniella echinata, stachybotrys.

Home  |  Chi Siamo  |   Servizi  |   Contatti 

a href="scopulariopsis.asp"> scopulariopsis, glicocladium, acremonium, beauveria, memnoniella echinata, stachybotrys.